Il 9 novembre a via Duomo appuntamento con la notte dei Musei: otto siti straordinari aprono gratuitamente fino a mezzanotte per far scoprire la bellezza di questo concentrato straordinario di arte e cultura.

Si chiama “La Notte dei Musei di via Duomo” la prima di una lunga serie di iniziative promosse in occasione dei 130 anni di questa strada che attraversa il cuore di Napoli, collegando via Foria con via Marina.

Cardine maggiore della città antica, via Duomo offre 1200 metri con una incredibile densità di musei e luoghi d’interesse storico che raccontano e ripercorrono gli insediamenti artistici a Napoli e le sue tradizioni, dall’archeologia all’arte sacra, dal Barocco al Contemporaneo. Un percorso lungo il quale si incontrano il Filangieri Museo, la chiesa San Severo al Pendino, il Pio Monte della Misericordia - Caravaggio, il Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina, il Cartastorie – Museo dell’Archivio storico del Banco di Napoli, il Complesso Monumentale Donnaregina - Museo Diocesano di Napoli, il Complesso monumentale dei Girolamini e il Museo del Tesoro di San Gennaro.  

Otto realtà di eccezionale interesse, che sono al centro di un importante progetto per la riqualificazione e la messa in rete dell’area, promosso dalla Regione Campania con il supporto della SCABEC, nato dal protocollo d’intesa tra l’Ente regionale e gli otto musei del comitato “Via Duomo strada dei musei”, presieduto da Paolo Jorio, direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro e del Museo Filangieri.