La festa della montagna compie 18 anni e allieterà i visitatori che raggiungeranno Acerno il 21 e 22 settembre. Organizzata dall’Associazione Tannera Onlus, la kermesse gastronomica (con ampio spazio anche alla musica e alla rivisitazione storica) rappresenterà i “mestieri della montagna”. Giochi nel verde, la scuola in montagna, spettacoli folcloristici, falconieri dell'Irno, arti e mestieri, tanta gastronomia. 

Si comincia sabato alle ore 10, nel parco ex colonia montana. Non mancheranno appuntamenti gastronomici e spettacoli, per trascorrere in allegria le due giornate della manifestazione.

Saranno cucinati e serviti prodotti tipici della tradizione, pietanze gustose per il palato dei golosi. Saranno servite patate e funghi porcini. Tra le prelibatezze da assaggiare c'è anche il caciocavallo impiccato, il pasto più consumato dai pastori durante la transumanza. Al termine della giornata di lavoro, davanti al fuoco acceso per riscaldarsi e prima di riprendere il cammino, le pezze di formaggio venivano fatte sudare sulla fiamma e adagiate su fette di pane. L'immancabile arrampicata sulla cima di un palo alto e ricco di premi - la cuccagna - divertirà i partecipanti.