A cura della Redazione
Luca Nasuto è la nuova speranza del teatro stabiese. “Festa senza luci” è innanzitutto un omaggio al grande Annibale Ruccello ma, indirettamente, si collega alla tradizione del teatro napoletano fatto di simboli sacri, di una cruda realtà e di speranze sempre accese. Protagonista della storia è Lucilla, un trans di Villa dei Misteri, che vive un rapporto conflittuale con un mondo che non riesce ad accettare la sua sincerità e spontaneità. Tutto cambia quando Lucilla trova una statua della Madonna sul palco di un piccolo teatro parrocchiale. Attraverso un dialogo serrato con quest´ultima, Nasuto porta fuori la vera essenza della protagonista che chiede all´icona di trovare un amore sincero, in grado di apprezzare le sue qualità. Da ciò nasce l’incontro con Veneranda, una sagrestana che vive la fede come effetto di una patologia mentale, come risultato di una malattia nascosta per soffocare i suoi dubbi sulla concreta presenza di Dio. Da questo momento, i due personaggi si useranno a vicenda e si compenseranno fino ad arrivare ad un finale in cui nessuno sarà più in grado di uscire dal tracciato dell’altro. Scritto e diretto da Luca Nasuto, con Giancarlo Taminto, Carlo Alfaro, Luigi Breglia, Cristina Cesarano e Antonella D’Amora. Inizio Spettacolo: ore 21:00 Botteghino: Martedì e Giovedì dalle 18:00 alle 21:00 Prezzo biglietto: euro 6,00 Pompeilab, via Astolelle area "Ex Depuratore" - Pompei (NA) – 80045 Contatti: +39 3381382603 - [email protected] - www.pompeilab. COMUNICATO