A cura di Mario Cardone

Spicca la partecipazione del Parco Archeologico di Pompei con numeri record nei click di curiosi che hanno rivolto quesiti ai funzionari del museo archeologico vesuviano. L’edizione 2017 di "Ask a Curator Day" ha visto la partecipazione di quasi 1.500 istituti museali di 58 diverse nazioni, tra cui proprio il Parco Archeologico di Pompei. L’evento internazionale - ideato e promosso da Mar Dixon - ha visto operatori professionali di musei di tutto il mondo rispondere su Twitter a tutti i turisti ed ai curiosi che hanno esposto i loro dubbi e quesiti sul sito archeologico più importante e famoso del mondo, che ogni anno attira milioni di visitatori e sui social network ha un seguito ogni giorno crescente.

Un gran numero di frequentatori dei social hanno interagito con il Parco Archeologico, tramite l'account Twitter, porgendo quesiti, taggando @pompeii_sites e usando l'hashtag #AskACurator. Quesiti di ogni tipo sono stati ricevuti in tutte le lingue, ed hanno riguardato curiosità generali e argomenti specifici. L'evento digital "Ask a Curator Day" è uno dei tanti appuntamenti social che vedono il Parco Archeologico di Pompei al centro della comunicazione digitale internazionale, che sta diventando sempre di più un innovativo strumento culturale.

Gli account ufficiali di Pompei sono stati aperti nel 2016 ed a poco più di un anno hanno raggiunto numeri record e continuano a crescere nelle preferenze del popolo dei social.

La pagina ufficiale di Pompei ha superato i 50mila fan su Facebook, mentre sono quasi 10mila i follower su Twitter e poco meno di 30mila i seguaci su Instagram. Cifre record in continuo aumento, che testimoniano l’apprezzamento di Pompei e della cultura archeologica in tutto il mondo.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook