A cura di Mario Cardone

La videosorveglianza a Pompei andrà a pieno regime agli inizi del 2018. E’ attualmente in via di installazione e collaudo lo schermo nella cabina del posto di guardia del Comando di Polizia Municipale di piazza Schettini. Un impianto che, con l'ausilio di tecnologia all'avanguardia, consentirà riprese in primo piano e l’eventuale registrazione dei numeri di targa degli autoveicoli che commettono infrazioni. Otto le postazioni già impiantate in piazza Bartolo Longo dalle passate amministrazioni. Si tratta alla fine di avere a disposizione delle forze di Polizia (in primis quella locale diretta dal comandante Gaetano Petrocelli) una tecnologia moderna, utile al monitoraggio di tutto il centro storico riguardo alla sicurezza e l’attività di repressione delle babygang e di fenomeni di bullismo.

Altro impianto, che sarà a breve realizzato dalla società appaltatrice del servizio, riguarda i controlli sugli adempimenti e sui divieti previsti per la zona di traffico limitato nel centro storico di Pompei. Servirà prevalentemente per la riscossione del ticket bus per l’accesso nella zona rossa urbana della città, vale a dire l’area a traffico limitato, interdetto ai bus ed a tutti i mezzi di trasporto che superano i sette metri di lunghezza.

«Entrambi i servizi di videosorveglianza prevedono una ripresa su schermi che saranno installati nel comando di Polizia Municipale». Ha dichiarato il comandante Petrocelli, che ha annunciato il prossimo varo di un provvedimento organizzativo del Corpo dei Vigili urbani con la creazione di una sala di regia riguardante la regolamentazione del traffico a distanza e l’ordine pubblico a Pompei.

Iniziativa che farà decollare il sistema dati integrato dai due diversi tipi di rilevazione con telecamere, installate, in una prima fase, nel centro storico di Pompei. Sul piano pratico si tratterà di spostare i due schermi di ripresa e registrazione degli impianti di videosorveglianza dal posto di guardia ad un altro ambiente della Polizia Municipale, più funzionale e riservato). Sarà così creata una vera e propria sala regia a cui sarà preposto (in fase d’avvio) almeno un funzionario del Corpo dei Vigili urbani a tempo pieno. E’ probabile che, con l’adeguamento dell’organico, il servizio di rilevazione delle infrazioni automobilistiche per via telematica cresca di mole e produttività con il risultato di conferire alla vita urbana di Pompei decoro, ordine e civiltà.   

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook