A cura di Mario Cardone
Pompei - Gay pride e l'opera con Papa Francesco cancellata, parla il sindaco Amitrano

“Non è negabile che la Polizia Municipale abbia fatto il proprio dovere”. E’ la dichiarazione del sindaco di Pompei Pietro Amitrano data in replica a Tv Boy su Instagram. L’artista - che aveva disegnato all'ingresso del Museo comunale un ritratto di Papa Francesco inneggiante alla tolleranza e all'amore, contro l'omofobia -  a sua volta gli aveva chiesto il rispetto dell’arte e dell’incitazione alla tolleranza di Papa Francesco: "Se una persona è gay e cerca il Signore e ha buona volontà chi sono io per giudicarla?”, avea detto il Potefice.

L’artista di strada d’origine siciliana ha sostenuto sul web la tesi del ripristino dell’icona pop del Papa, da lui raffigurata in forma fumettistica, spiegando che non si tratta di un’immagine volgare ma di un messaggio di pace rispetto e tolleranza di cui l’Italia avrebbe bisogno.

Sul versante opposto, il sindaco di Pompei ha fatto sapere: “Abbiamo postato l’opera sui nostri social già dalle 8 del mattino di sabato 7 aprile. Basterebbe solo questo per dimostrare quanto ci è piaciuta. Se sarà possibile ripristinarla - ha proseguito Amitrano - parlerò personalmente con la mia Amministrazione, magari spostandola all’interno del Museo dopo il Pride”.

Intanto è arrivata l’ufficialità sul Pompei Campania Pride con il benestare della Questura di Napoli, che ha sempre dialogato con le rappresentanze arcobaleno. E’ stato stabilito per il 30 giugno il seguente percorso del corteo: concentramento alle ore 15.30 in piazza Falcone e Borsellino, proseguimento verso via Carlo AlbertoPiazza Bartolo Longo, via Roma, via Plinio. La manifestazione si concluderà in Piazza Esedra dove saranno tenuti i discorsi conclusivi.

L'opera di Tv Boy cheè stata cancellata

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook