A cura di Mario Cardone

Avevamo notato che già nel consiglio comunale del 3 ottobre (rimandato per mancata pubblicazione della convocazione nell’Albo Pretorio) il clima in aula era profondamente cambiato. Nella seduta di ieri pomeriggio (8 ottobre) ne abbiamo avuto la conferma. Sono partiti dai quattro consiglieri di opposizione che, come si sa, sono schierati come capogruppo di altrettante formazioni politiche di centrodestra, attacchi duri ed articolati nei confronti dell’Amministrazione di Pompei guida dal sindaco Pietro Amitrano non solo sugli argomenti all’ordine del giorno ma anche sugli interventi programmati dall’Amministrazione comunale, che dopo quindici mesi di gestazione comincia timidamente a far capolino dal portone di palazzo de Fusco, tra un flop e l’altro e ripetuti richiami (e un commissariamento) da parte degli organi di controllo.

Ha dato inizio agli interventi in Assise la diretta antagonista ad Amitrano alle ultime elezioni amministrative, Andreina Esposito, che si è scagliata contro gli schiamazzi notturni dei giovani scostumati (anche pompeiani) che si soffermano nelle ore notturne nelle strade del centro storico della città mariana. “Sindaco, intervengo come cittadina - ha precisato Andreina Esposito - è necessario l’intervento deciso delle Forze dell’Ordine. Tu (rivolta ad Amitrano, ndr) hai un potere enorme in materia. Devi intervenire con urgenza contro i comportamenti (e i locali) che rompono il silenzio notturno".

Successivamente, man mano che si è dato seguito all’ordine del giorno (che prevedeva, insieme ai soliti debiti fuori bilancio stigmatizzati dai revisori dei conti nelle note allegate) l’approvazione del bilancio consolidato preventivo ed una variazione al bilancio preventivo ed alcuni regolamenti (come quello del pagamento del servizio di tutela e controllo dell’Ordine Pubblico da parte della Polizia Municipale per iniziative come fiere, convegni, adunanze, sfilate ed altro), passate all'unanimità.

All’unanimità anche il conferimento della cittadinanza onoraria ad Alberto Angela. La cerimonia si terrà mercoledì 17 ottobre alle 11 in piazza Bartolo Longo. Il resto è stata materia di contestazione a spada tratta da parte dell’opposizione. Ambiente, aree verdi, giardini pubblici, orari della Polizia Municipale, assunzione di un dirigente tecnico, manutenzione delle strade pubbliche (tra le quali l’opposizione sostiene sarebbe stata inclusa un strada privata), costruzione di una palazzina polivalente. Sono solo alcuni degli argomenti che hanno alimentato le critiche inferocite degli oppositori di Amitrano. Dibattito quasi assente. Solo la considerazione del presidente del Consiglio comunale, Franco Gallo, riferita alla pulizia delle strade ed ai parchi pubblici. “Il sindaco e la maggioranza politica si rende conto dei problemi, sarebbe imperdonabile non avere l’intenzione di intervenire”, ha detto Gallo.

LA MOTIVAZIONE DEL CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ONORARIA AD ALBERTO ANGELA

«L'attività di giornalista e scrittore, nonché scienziato di chiara fama ha portato il Dott. Alberto Angela a sviluppare una conoscenza e una competenza verso il monumento archeologico di Pompei che ne hanno fatto uno dei divulgatori scientifici del sito più apprezzati a livello nazionale ed internazionale; Le sue trasmissioni televisive, realizzate con estremo rigore scientifico ma al tempo stesso ricche di pathos e partecipazione, hanno fatto sì che la Pompei antica, già famosa in tutto il mondo, venisse mostrata nel suo vivere quotidiano, scandagliata nei più profondi recessi delle storie piccole e grandi dei suoi abitanti, riportando così alla luce una città reale e palpitante di vita che ha emozionato milioni di persone. Il faro che il dottor Alberto Angela tiene acceso sulla città antica, anche alla luce dei recenti scavi che lo hanno portato ancora nella nostra città, è fonte di riconoscenza e di orgoglio nei confronti della sua persona che ha dimostrato una passione e un attaccamento umano oltre che professionale verso la nostra città. Per le motivazioni innanzi esposte l'Amministrazione Comunale intende proporre al Consiglio Comunale il prestigioso conferimento della Cittadinanza onoraria di Pompei a per poterlo annoverare tra i nostri più illustri concittadini».

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook