A cura di Mario Cardone

La notizia di un nuovo decesso prima di Pasqua a Pompei a causa del coronavirus ha accresciuto tra la gente il dolore per la perdita di vite umane (quattro), anche se il quadro generale della diffusione del Covid-19 presenta segni di miglioramento, essendo i casi positivi scesi da 15 a 13, con due guarigione che portano il tolate a cinque.

Il dato più significativo, però, è rappresentato dal numero delle persone in quarantena che dal 10 all’11 aprile scendono da 58 a 26, il che, tenendo presente i 2 nuovi casi di positività, lascia supporre che ben 20 persone siano uscite dal periodo di quarantena per decorrenza dei tempi previsti (probabilmente senza effettuare alcun tampone).

La mancanza dei dati sui tamponi nella comunicazione istituzionale (sotto commissariamento) getta un velo d’ombra sulla completezza delle informazioni, perché non si capisce se i pompeiani in quarantena siano tornati in circolazione per mera decorrenza di termini, oppure (come sarebbe più opportuno) perché i test sui tamponi abbiano dato esito negativo.