A cura di Salvatore Cardone

È l’inventore del Museo di Energia  Solare, realizzato in modo artigianale ma molto originale sul lastrico solare del palazzo dove abita, in via Fiume 8 a Torre Annunziata. Un’idea geniale concretizzata nel 1981, e per oltre vent’anni il museo è diventato un polo di attrazione per più di quarantamila visitatori, con recensioni su riviste scientifiche di tutto il mondo.

Stiamo parlando di Giuseppe Vaccaro, un giovanile anziano, laureato in giurisprudenza, con la passione e l’entusiasmo di un ragazzo. I suoi interessi spaziano dall’invenzione alla scrittura, tanto è vero che è autore di diversi libri sui più svariati argomenti.

Nel “De nova senectute” parla della salutefisica e mentale dei vecchi e da consigli su come arrivare in forma alla quarta età (è diventato una specie di Bibbia per mia madre novantatreenne). In “Umani loro” affronta la storia e la vita del mondo animale. Si cimenta anche con il romanzo  in ”Briciolo di sole”, come poeta in “Tu però non vedi”, “I due soli” “Sabbia e sale”, come cronista in “Diari di viaggio" o saggista in “Aspettando l’alba”.

Il suo ultimo lavoro, pubblicato pochi giorni fa, entra questa volta nel mondo vegetale con ”Le piante insegnano”, appagando la nostra curiosità sugli alberi più longevi (una Sequoia gigante con oltre tremila anni di vita) o su quelli della gomma, del burro,  del pane,del ferro, della china. Molto interessante è sapere che c’è addirittura una banca dei semi in Norvegia e persino nell’Orto Botanico di Napoli.Ma Vaccaro non trascura nemmeno questioni di grande attualità: dalla deforestazione al cambiamento climatico.

Insomma il suo recente libro è da leggere tutto d’un fiato e lo si può trovare presso “La baia del fumetto” in piazza De Nicola a Torre Annunziata.

(Nella foto in alto, gli allievi della Nunziatella in visita al Museo di Energia Solare, in basso a sinistra, il dott. Giuseppe Vaccaro)