A cura di Federico Orsini

La gouache, a cui si dedica il pittore Pasquale Flaminio, il quale ben si muove in questo tipo d’arte, è una pittura particolare dove la tempera si diluisce con l’acqua e non con l’olio, dando ai dipinti una coltre quasi trasparente.

Flaminio riesce a fondere i colori, stilizzandoli al massimo, ottenendo un dipinto che rappresenta una realtà da rinnovarsi per riviverla ed amarla. Troviamo la sua arte anche nei Pulcinella pubblicati nel libro “Malafemmena, la canzone di Totò”, scritto da Lorenza Fruci (giornalista Sky), con la prefazione di Renzo Arbore. Il pittore ha studiato all’Accademia di belle Arti di Napoli.

Oggi è anche membro dell’Accademia Minerva, College e Università di Pozzuoli ed ha partecipato a tantissime esposizioni d’arte, ottenendo grossi successi nella Regione Campania, come il Premio Troise e il Virgilio d’oro. L’incontro con la scrittrice di Torre Annunziata Maria Orsini Natale avvenne in casa di un letterato torrese, per la redazione di un periodico campano. Da qui iniziò la collaborazione con la scrittrice vesuviana, tra cui contempliamo la splendida copertina deI libro “I girasoli della memoria”, intervista alla Orsini a cura della giornalista Gioconda Marinelli.