A cura della Redazione

La Boxe Vesuviana è risaputo che in 60 anni e più di storia ha vinto oltre 80 Campionati Italiani in tutte le sezioni della Federazione Pugilistica; dai Cadetti agli School, dagli Junior agli Youth, dagli Élite fino ai PRO non riuscendo a vincere, fino ad ora, il Campionato Italiano Gym Boxe dove viene premiata la tecnica pugilistica colpendo in modo “light” con le regole ben precise della Nobel Art.

Alessandro Casillo, laureando al quinto anno di Ingegneria, è riuscito nell’impresa in punta di piedi con la classe che lo contraddistingue da quando circa 7 anni fa iniziò ad appassionarsi ed amare la boxe, e questo grazie al Maestro Ernesto Bergamasco che lo allenò per circa tre anni.

Emozionato, quando è sceso dal ring con la canotta di campione italiano, Alessandro ha dichiarato: «Sono salito sul ring con un’asciugamani che mi regalò il Maestro Bergamasco, quando quest’anno è venuto a mancare mi sono promesso di vincere anche per lui quindi mi sento orgoglioso della vittoria che naturalmente condivido anche con chi mi ha aiutato nel percorso degli ultimi anni alla Boxe Vesuviana».

«Vincere non è mai facile neppure nella Gym Boxe - afferma Biagio Zurlo -. La passione e la voglia di confrontarsi ha fatto sì che Casillo, malgrado i suoi impegni da ingegnere, si allenasse sempre con la voglia di migliorarsi; l’impostazione datagli all’inizio dall’indimenticabile Maestro Ernesto hanno reso tutto più facile per noi tecnici che lo abbiamo allenato».