A cura di Mario Cardone

E’ stato approvato dalla seconda commissione consiliare (Urbanistica), diretta del presidente Raffaele Serrapica, il regolamento urbanistico per la città di Pompei che dovrebbe essere definitivamente varato nel corso del prossimo consiglio comunale.

E’ un’iniziativa che punta a portare su linee generalmente applicate i rapporti tra l’utenza e l’Ufficio Tecnico Comunale. Praticamente si limita, in questo modo, lo spazio di discrezionalità della dirigenza e dei funzionari di apparato trattando tutta l’utenza allo stesso modo e liberandola dalle dispendiose mediazioni politiche e tecniche. In particolare, nell’ultima riunione che precede la presentazione del regolamento in consiglio comunale, viene regolamentato il dehors,  vale a dire l’utilizzo dello spazio esterno di un pubblico esercizio dietro corresponsione di una tassa.

Altro argomento spinoso riguarda la monetizzazione di oneri urbanistici, quale può essere per una città come Pompei (scarsamente dotata di aree di sosta e parcheggio) la creazione obbligatoria di aree esterne di parcheggio funzionali agli eventuali uffici o attività di rapporti commerciali e/o amministrativi concernenti l’immobile che impegnano movimento di gente e soste di autoveicoli fuori a determinati fabbricati.