A cura di Antonio Papa
Viaggio nella storia di Torre Annunziata: Giovanna Cifarelli, direttore della Banda musicale dello Spolettificio

Sessanta musicisti in attesa della nomina del nuovo Direttore della Banda Musicale dello Spolettificio di Torre Annunziata.

Dopo la morte dell’amatissimo e stimato Maestro Ferdinando Cifarelli, Direttore e Fondatore dello storico sodalizio artistico, vanto dell’Amministrazione militare, ci furono giorni di discussioni per giungere al nome prescelto che potesse accontentare tutti, dai vertici militari agli stessi suonatori presenti nella Banda musicale.

La decisione alla fine venne adottata e per la prima volta in Italia si ebbe una donna a dirigere una Banda musicale.

La prescelta fu Giovanna Cifarelli, 40 anni di Sarno, figlia dell’ex Direttore della stesso sodalizio artistico.

Per ottenere quel ruolo la Cifarelli ebbe bisogno di un permesso speciale del Ministero della Pubblica Istruzione, che istituì un apposito concorso, approvando di fatto l’ambiziosa scelta dei vertici dello Spolettificio.

La notizia ebbe una grande risonanza sui giornali dell’epoca (1956), che riportarono interviste alla Cifarelli con le sue impressioni sull’importante incarico conferitole.

La prima esibizione si tenne in piazza Ernesto Cesaro, imbandierata a festa e colma di folla festante, che applaudì lungamente il concerto e tutti i componenti della banda di Torre Annunziata.

In seguito, anche le altre esibizioni tenutesi in diverse città ebbero un grande seguito di pubblico, a dimostrazione della validità della scelta del Maestro Giovanna Cifarelli al vertice del gruppo torrese.