A cura della Redazione
Napoli -Secondigliano, furto di un trapano: padre e figloi aggrediscono loro parente

Un padre ed un figlio sono stati arrestati dagli agenti dei Commissariati di Polizia “Secondigliano” e “San Carlo Arena”, perché responsabili, in concorso tra loro, del ferimento di un uomo di 54anni, avvenuto nella serata di ieri, in Via Nuova Detta Casoria.

Giuseppe e Feliciano Ciccarelli, rispettivamente padre e figlio di 52 e 21 anni, legati da vincoli di parentela con la vittima, per futili motivi (il furto di un trapano), hanno atteso in strada il 54enne, per poi ferirlo ad una gamba con una pistola semiautomatica.

Il 54enne, infatti, sceso dalla sua abitazione per andare a comprare le sigarette, nel rincasare ha trovato nei pressi di casa sua il cugino, che lo attendeva con il figlio in auto.

Da un diverbio verbale tra i due cugini, legato al furto di un trapano ad opera del ferito, il nipote della vittima ha estratto l’arma ed ha ferito lo zio.

I poliziotti, intervenuti presso l’ospedale, hanno accertato la dinamica dei fatti recandosi, successivamente, presso l’abitazione dei Ciccarelli, costatandone la loro assenza.

Con la mediazione della famiglia, il padre ed il figlio sono rincasati, ammettendo alla Polizia le loro responsabilità.

Gli agenti hanno rinvenuto una pistola semiautomatica, abbandonata sotto un’auto in sosta nei pressi dell’abitazione dei Ciccarelli, risultata rapinata nel 2014  in Grumo Nevano (NA).

Padre e figlio sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.