A cura della Redazione

Nato a Treviso il 14 marzo 1936, la carriera di Germano Da Dalto inizia a 15 anni in una squadra locale veneta.

Dopo alcune stagioni di ottimi prestazioni viene notato dai dirigenti dell’Avellino e acquistato per ben 400mila lire.

Con i lupi irpini partecipa a sette campionati, quattro in serie D e tre in serie C.

Approda a Torre Annunziata nel 1964 alla corte del Savoia, targato Peppe Russo, fresco di promozione in serie D, e diventa subito uno dei leader della squadra destinata a vincere il secondo campionato di fila conquistando la serie C.

Con Boesso dei record, Bertossi, D’Apollonia, Milano e, naturalmente, Da Dalto forma una difesa fortissima di una squadra straordinaria che e' rimasta nei cuori dei tifosi savoiardi.

Germano lascia il Savoia dopo 48 partite e una rete realizzata su rigore al Trapani il 19 settembre 1965 al Comunale, nella prima giornata di quella disastrosa stagione in cui il Savoia retrocesse dopo il drammatico  spareggio a Roma contro il Nardò.

Al termine della stagione, infatti, Germano accetta l’offerta della Battipagliese in cerca di giocatori pronti a realizzare le ambizioni della compagine salernitana e si trasferisce a Battipaglia dove gioca per tre anni ricoprendo il ruolo di terzino sinistro e capitano della squadra, conquistando una promozione nel 1967.

In tutte le squadre in cui ha militato gli vengono riconosciute caratteristiche importanti: eccezionale nell’anticipare l’avversario, potente nello stacco di testa e infallibile rigorista.

Al termine della carriera decide di rimanere a Battipaglia e trova lavora presso gli stabilimenti della Peroni, che lo porta a godersi la meritata pensione.

Sposa la signorina Ada Esposito, la famiglia è completata con la nascita di quattro figli.

Purtroppo l’ultimo periodo della sua vita lo trascorre in una casa di riposo a causa di una grave malattia.

Germano Da Dalto si spegne il 23 settembre 2021, a 85 anni.

I funerali si svolgono due giorni dopo, il 25 settembre, presso la Chiesa di Santa Maria della Speranza a Battipaglia.