A cura di Antonio De Rosa

La giuria si è espressa: è la giovanissima karateca Teresa Esposito la vincitrice della seconda edizione dell'Oplonti Sport Award, la kermesse organizzata dallo Sport Club Oplonti e che premia le eccellenze torresi in ambito sportivo.

La commissione, presieduta dal segretario regionale campano del CONI Sergio Roncelli, e formata dal campione di pugilato Patrizio Oliva e dal presidente dell’USSI Campania (Unione Stampa Sportiva Italiana) Mario Zaccaria, ha insignito la giovane atleta dell'ASD C. S. Oratorio Arcobaleno di Rovigliano del maestro Ferdinando Esposito, campionessa italiana nella categoria esordienti e medaglia di bronzo agli Europei settore “forme”. E' stata selezionata tra una rosa di otto "nominati" per altrettante discipline sportive. A lei è andata la statuetta che raffigura il centurione romano, simbolo del sodalizio di promozione socio-culturale presieduto da Vincenzo Sica.

La serata è stata accompagnata dalla conduzione frizzante di Cinzia Profita, dall’eleganza di Vincenzo Mele e dalla brillantezza del giovanissimo collega Dario Ricciardi, capace di arringare il pubblico con riflessioni interessanti e sagace nel porre domande ai concorrenti ed agli ospiti avvicendatisi sul palco.

La kermesse ha visto la partecipazione di ospiti molto importanti, come la campionessa di pugilato Irma Testa, a cui è stato affidato il compito di consegnare uno speciale “premio alla carriera” al maestro Lucio Zurlo, fondatore della Boxe Vesuviana.

«Il mio obiettivo è quello di voler essere un esempio per i giovani affinché lottino sempre, come ho fatto io». Queste le parole di Irma, che racchiudono in sé una vita di allenamenti, successi e promesse mantenute.

Non solo pugilato, presenti all’evento anche il ballerino Gabriele Esposito, fresco vincitore della categoria “danza” dell’ultima edizione di Amici, ed il già affermato Stefano De Martino.

«A Stefano ho rubato tanti consigli ed esperienza, mi ha aiutato molto in questa avventura, non è stato facile per me essere al centro dei riflettori ventiquattro ore al giorno - afferma Gabriele -. All’inizio ero molto timido, in seguito sono riuscito sempre di più ad aprirmi caratterialmente vincendo la mia timidezza. Spero solo che questa passione diventi il mio pane quotidiano».

Qualche dichiarazione anche da parte del méntore Stefano, che non perde l'occasione per ribadire il suo amore per Torre Annunziata. «A più riprese ho parlato della mia città difendendola sempre, non rinnegando mai le mie origini - ha detto il ballerino torrese -. La nostra città ha non pochi difetti, ma è giusto esaltarsi dei pregi che offre il nostro territorio. Ricordate che chi non sa da dove viene non saprà mai in che direzione sta andando. Il gossip? Beh, se c’è una polemica attorno ad una persona vuol dire che attorno ad essa c’è interesse, e questa è una cosa più che positiva».

Esaltare le bellezze del territorio, non fossilizzandosi sui soli aspetti negativi. La bellezza di Torre Annunziata è anche chi la porta nel cuore, in giro, per il mondo, e non solo per senso di appartenenza. Bisogna ripartire da questo concetto, sapere che ci sarà sempre qualcuno che lotterà per Torre Annunziata, e deve essere questo a non farci mai mollare. Proprio come ha fatto Teresa Esposito, la vincitrice della seconda edizione dell'Oplonti Sport Award.

«E' stata una manifestazione imponente - ha dichiarato entusiasta il neo presidente del Circolo Oplonti, Vincenzo Sica -. Un grazie ancora a tutti i colleghi del Consiglio di Amministrazione, al delegato allo Sport Giuseppe Pagano ed agli animatori dell'iniziativa Roberto Cirillo e Biagio Zurlo».

Sica ha infine ufficializzato la nomina quali soci onorari dello Sport Club Oplonti di Irma Testa, Stefano De Martino, Gabriele Esposito, Marco Guida, Ciro Immobile, Salvatore Cimmino e del presidente del Napoli Calcio, Aurelio De Laurentis.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook