A cura di Antonio De Rosa

Poco più di un allenamento per il Savoia, che al Giraud di Torre Annunziata supera il Casamarciano con un imbarazzante 14-0!  Il match era valido per l'ultima giornata della prima fase di Coppa Italia. Ai bianchi sarebbe bastato un punto per superare il turno e proseguire il cammino nella competizione. Ma ogni partita va onorata!

E così i ragazzi dell'allenatore Franco Fabiano travolgono sotto una valanga di reti il malcapitato Casamarciano, formazione di Promozione.

Due le triplette, messe a segno da Emma e Caso Naturale. Tre doppiette: Fava, Di Paola e Sardo. Allocca e Liccardo autori ciascuno di una rete.

Il Savoia chiude il mini girone a punteggio pieno, con due vittorie su due.

LE INTERVISTE POST GARA Franco Fabiano (allenatore Savoia): «Si doveva giocare sempre per rispetto degli avversari, dei tifosi e della competizione. Un buon allenamento per chi non aveva troppo minutaggio. Sardo? Può giocare ovunque a centrocampo. Noi siamo una squadra molto tecnica, talvolta ci compiaciamo della nostra forza, ma se giochiamo su due tocchi siamo devastanti. Ora in campionato affronteremo la Mariglianese, dobbiamo essere sempre umili e giocarcela come sappiamo».

Dino Fava (attaccante Savoia): «Siamo andati subito in vantaggio, questo ci ha aiutato molto. Siamo stati bravi a continuare e a non mollare. Una squadra ben costruita per il campionato, ora stiamo andando bene con i risultati. Qui ho avuto un bellissimo impatto con la squadra, fatta di ottimi calciatori, sta nascendo un gruppo compatto. Speriamo che le cose continuino in questo modo. La società ci tiene alla Coppa Italia, è un'altra possibilità di conquistare il salto di categoria. Questa piazza non merita l'Eccellenza, non sono io a dirlo ma è una cosa oggettiva. Ci sono i presupposti per fare bene».

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook