A cura della Redazione

Il grande giorno è arrivato. Napoli e Juventus sono pronte a sfidarsi e a illuminare il palcoscenico del “Maradona”, dove sono previsti 55 mila spettatori. L’impianto di Fuorigrotta si veste a festa con l’abito delle grandissime occasioni, pronto ad accogliere azzurri e bianconeri, divisi in classifica da sette punti e con due filosofie di gioco agli antipodi. 

Massimiliano Allegri ha preferito mantenere un low profile in conferenza stampa, prima di essere punzecchiato da Luciano Spalletti, il quale ha “smascherato” il tecnico livornese parlando del raggiungimento di obiettivi massimi per la Juventus, in qualche modo costretta a non accontentarsi di un quarto posto qualsiasi, soprattutto in virtù degli enormi investimenti fatti sul mercato. 

Se dovesse conquistare l’intera posta in palio, il Napoli manderebbe un ulteriore segnale alle contendenti per la vittoria dello Scudetto, ma tutto sommato agli azzurri potrebbe andar bene anche un pareggio. Ma Spalletti, almeno all’inizio, non vorrà assolutamente accontentarsi. Di contro, la Juventus proverà a proseguire nella sua striscia di otto vittorie consecutive con altrettanti clean sheet. Una sfida nella sfida, con il miglior attacco contrapposto alla miglior difesa della Serie A. 

Napoli - L’unico dubbio di formazione per Luciano Spalletti riguarda il terzino sinistro, anche se alla fine Mario Rui dovrebbe essere preferito ad Olivera. Zielinski è in vantaggio su Elmas per agire da mezzala mancina e completare il centrocampo con Lobotka e Anguissa. Nel reparto avanzato agiranno Kvaratskhelia, Osimhen e Politano, quest’ultimo favorito su Lozano. In difesa si ricompone il tandem di centrali composto da Rrahmani e Kim.

Probabile formazione (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Lobotka, Anguissa, Zielinski; Kvaratskhelia, Osimhem, Politano. All. Spalletti.

Juventus - Massimiliano Allegri si affiderà ad Angel Di Maria come rifinitore alle spalle dell’ex Arek Milik. Solo panchina per Kean. A centrocampo ci saranno Locatelli, Rabiot e Paredes, che resta in pole nel ballottaggio con Fagioli. Sulla sinistra agirà Kostic, mentre sulla corsia opposta cerca rilancio Chiesa, anche se rimane favorito McKennie. Arruolabile Bremer che ha smaltito il problema fisico e sarà al centro del terzetto difensivo completato da Danilo e Alex Sandro

Probabile formazione (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro; Kostic, McKennie, Locatelli, Paredes, Rabiot; Di Maria; Milik. All. Allegri

Arbitro: Doveri
Assistenti: Costanzo-Passeri
IV: Chiffi
Var: Mariani
Aver: Piccini

Diretta streaming alle ore 20,45 su Dazn

(Foto Salvatore Gallo Agenzia Foto&Fatti)