A cura di Domenico Gagliardi

Quarta edizione della Pasta Run - Memorial Luigi Raiola, la maratonina di 10 km di Torre Annunziata diventata ormai un appuntamento fisso del podismo campano. La kermesse sportiva, organizzata dall'Associaizone Oplonti Trecase Run del presidente Roberto Cirillo, ha ottenuto lo scorso anno il riconoscimento di miglior gara regionale del 2016 assegnato da podistidoc.it, noto portale dedicato ai runners.

L'edizione del 2017 (valida per il campionato regionale Fidal 10 km ed ottava tappa del Trofeo Fidal Campoania Run 2017), in programma sabato 20 maggio, si preannuncia ricca di novità. Ad illustrarcele è Roberto Cirillo. «Innanzitutto ci sarà un nuovo percorso - spiega -. Dopo l'apertura del Lungomare di Oplonti, la bretella che collega la zona portuale all'area industriale di Rovigliano, abbiamo deciso di correre proprio lì. Il percorso sarà unico, a differenza delle passate edizioni, con partenza dalla Villa comunale di via Marconi, dove sarà posizionato anche il traguardo. Tuttavia, gli atleti non attraverseranno le strade del centro storico bensì costeggerano l'intero litorale fino ad arrivare a Rovigliano e poi tornare indietro. Per circa 1 km, inoltre, la gara si svilupperà all'interno dell'ex area industriale prospiciente la spiaggia di Rovigliano. Sarà meraviglioso correre dinanzi ad un panorama mozzafiato, con il famoso Scoglio di fronte, credo che nessuna gara podistica possa vantarsi di tanta bellezza».

La manifestazione sportiva godrà anche del sostegno dell'Associazione Pro Rovigliano presieduta da Erminio Casadei, che si occuperà di bonificare le aiuole e l'area di via Solferino, dove verrà allestita una tribuna per accogliere gli spettatori. «I cittadini di Rovigliano - prosegue Cirillo - saranno anche loro protagonisti incoraggiando e sostenendo tutti gli atleti lungo il percorso. La scelta di attraversare il quartiere è stata fatta - continua il presidente della Oplonti Trecase Run - per porre l'attenzione su quella zona di Torre Annunziata, troppo spesso dimenticata ma che regala bellezze natuarli e paesaggistiche importantissime. Ringrazio anche per il loro contributo l'associazione di karate Arcobaleno e la scuola Parini-Rovigliano, che hanno manifestato la loro disponibilità nel supportarci in questa iniziativa».

L'obiettivo della Oplonti Trecase Run è quello di organizzare, per il 2018, il campionato italiano Fidal: «Diciamo che stiamo facendo le prove generali per il prossimo anno», spiega ancora Roberto Cirillo.

Altra importante novità è la gara che si svilupperà lungo lo stesso percorso e che vedrà protagonisti gli hand-bikers (disciplina paralimpica), persone disabili che corrono su una sorta di bicicletta i cui pedali sono spinti a mano (l'ex pilota di Formula Uno Alex Zanardi è uno dei migliori al mondo). «Partiranno pochi minuti prima della gara podistica e sarà davvero un'esperienza emozionante - afferma Cirillo -. Vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica sulla "normalità" della disabilità e sulla grande voglia di vivere e di mettersi in gioco che queste persone hanno nonostante la vita gli abbia riservato altro».

Non mancherà infine la "2Kids Run" riservata ai bambini dai 6 ai 12 anni, che correranno in Villa comunale.

«Corri come il vento nella baia di Oplonti», è lo slogan per questa quarta edizione della Pasta Run che si preannuncia davvero speciale ed esaltante.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook