A cura della Redazione

Come spesso accade, molte azioni che si compiono abitualmente col più banale e innocuo degli intenti, possono essere invece compiute da altri con scopi illegali: uno dei casi in cui questo è avviene è il campo delle scommesse. Parliamo delle scommesse online. Perché una persona comune decide di voler "piazzare" una scommessa su un dato evento? Perché appassionato, magari di calcio, e non vi è nulla di più normale: abbiamo una squadra del cuore e decidiamo di puntarle contro per scaramanzia, magari, oppure siamo dei veri appassionati di sport e ci piace dimostrare a noi stessi quanto possiamo davvero capirne, col vantaggio di aggiudicarci, ogni tanto, qualche vincita. Un passatempo che assicura divertimento, insomma.

Però potrebbe capitarci di finire in ambienti assolutamente poco sani, talvolta addirittura illegali. Non solo persone senza scrupoli che non adottano dei semplici strumenti che potrebbero tutelare la nostra salute, ma dei veri e propri truffatori, che potrebbero operare delle estorsioni ai nostri danni, infilandoci in un circolo vizioso dal quale sarebbe poi molto difficile riemergere. Per cominciare, quindi, vorremmo suggerirvi di informarvi: potreste trovare molto utili i  consigli su come operare scommesse online in sicurezza compilati su questo sito, per esempio.

COSA È SUCCESSO A DICEMBRE

Ma veniamo a parlare di un fatto molto indicativo, avvenuto lo scorso dicembre a Bari: un'associazione a delinquere di stampo mafioso operava in un giro di scommesse online illegale a livello transnazionale. Un giro malavitoso davvero ampio, che raccoglieva al suo interno elementi di varie mafie, arrestati e accusati di associazione a delinquere, riciclaggio, autoriciclaggio, truffa, reati tributari, raccolta abusiva di scommesse, trasferimento fraudolento, attestazione fittizia dei beni. Il tutto con l'aggravante mafiosa.
Purtroppo siamo abbastanza abituati a questo genere di notizie e il mondo delle scommesse ben si presta a queste attività mafiose, in virtù del grande giro di soldi che vi si compie.

Ovviamente, in Italia come in altri Paesi, siamo anche abituati a sentir parlare di gare truccate e partite vendute, a causa di giocatori o allenatori ben integrati in questo sistema di combine e in grado di scommettere contro la propria squadra, così che basti il più sciocco degli autogol per mettere a segno un colpo che potrebbe valere fino a qualche milione di euro, a seconda di quanto è ampio il giro. Certo, e per fortuna, molto spesso la polizia riesce a sgominare queste bande di ladri e truffatori, che a volte si riservano anche il diritto di ricattare ed estorcere danaro a chi malauguratamente dovesse venire in contatto con loro attraverso i loro giri poco cristallini. Come difendersi, allora? Nelle prossime righe cercheremo di darvi qualche consiglio che vi permetterà di stare sempre all'erta e "sul pezzo", eliminando sul nascere questo rischio.

QUALCHE CONSIGLIO IN TEMA DI SCOMMESSE ONLINE

Per prima cosa, affidatevi a siti sicuri: abbiate attenzione a sufficienza di affidare i vostri soldi e il vostro divertimento solo a siti online certificati dal marchio ADM. Di cosa si tratta? L'Agenzia Dogane e Monopoli italiana rilascia questo certificato solo a siti scommesse che abbiano passato i suoi controlli e i suoi innumerevoli test: potrete trovare il marchio nella parte alta del sito, oppure nel footer, la striscia di informazioni che campeggia alla fine della pagina. Accanto a questo stemma, molto ben esposto, troverete un numero: quello è il codice rilasciata dalla stessa ADM per quel determinato sito, come fosse la carta di identità di quella piattaforma. Una sicurezza non indifferente, se ci pensate: arrivando questo stemma dallo stesso Stato, ecco che la certezza di non operare su una piattaforma di truffatori mafiosi si fa abbastanza comprovata. Badate sempre che i siti sui quali scommettete abbiano questo numero, potrebbe essere davvero un salvavita, per voi: per quanto gli allibratori illegali potrebbero fare quote più alte per gli incontri, ingolosendovi così tanto da farvi cedere e scommettere con loro, badate che, doveste perdere, oppure essere vittime predestinate di una qualche combine, vi ritrovereste in un vero e proprio incubo

Non solo la licenza ADM, però: i siti referenziati vi mettono a disposizione dei mezzi che potrebbero tutelarvi in caso scopriste che vi state facendo prendere un po' la mano con le scommesse, rischiando di incappare nell'annoso problema della ludopatia. In che modo? 
Tanto per cominciare, al momento dell'iscrizione c'è un segnale molto chiaro: avete la possibilità di inserire il vostro budget per le  scommesse mensili, oltre al quale il sito non vi farà scommettere più. Non solo: se vedete che la situazione rischia di farsi pericolosa, nonostante la limitazione delle puntate, potrete utilizzare il sistema di autoesclusione che ogni piattaforma legale mette obbligatoriamente a disposizione: con un semplice clik ecco che non potrete più avere accesso alle scommesse di un determinato operatore.

Finire in un brutto giro di scommesse sporche potrebbe sembrarvi impossibile, ma scongiurare il rischio si può: basta affidarsi a operatori certificati e referenziati dallo Stato