A cura di Federico Orsini

Tiziana Tirrito è una brava attrice napoletana che noi ben conosciamo in quanto parte di una compagine di artisti, che operano soprattutto nel campo del teatro del cinema, che ha avuto origine e mosso i suoi primi passi proprio a Torre Annunziata: “La Corte dei SognatTori”.

I SognatTori oplontini continuano a tenere saldo il loro legame con la nostra terra, dove hanno presentato vari spettacoli ed iniziative culturali, e che di recente hanno eletto a set del loro prossimo corto cinematografico.

Lo short film, che prende le mosse dal racconto di un noto medico anch’esso torrese, Angela Cascone, narra una singolare vicenda di “diritti negati”, vista attraverso gli occhi di un’arguta e intraprendente bambina, ed avrà a far da sfondo proprio le bellezze oplontine. Ma questa è un’altra storia, di cui non vogliamo anticipare troppo.

Tornando alla Tirrito, che è quindi interprete nota, ammirata e ormai di casa nella nostra città, dopo lo stop dovuto alla pandemia, ha ripreso in accelerazione la sua attività artistica a cominciare dal film sui fratelli De Filippo firmato da Sergio Rubini, che vedremo al cinema (non appena si potrà, speriamo presto!), in cui interpreta Concetta nella prima edizione di “Natale in casa Cupiello”.

“Caso vuole - dice Tiziana - che io abbia recitato in teatro, con la compagnia di Luigi De Filippo, nell’ultima messinscena proprio di questa commedia, accanto all’indimenticabile figlio di Peppino. Nel film recito invece la prima rappresentazione della commedia eduardiana… strana la vita!”

Il prossimo lunedì 8 febbraio vedremo invece la Tirrito su RAI Uno, in versione anni trenta, diretta da Alessandro D'Alatri in una puntata dell’acclamato “Il commissario Ricciardi”.

“E’ stato un po’ come entrare in una macchina del tempo in entrambi i casi. Nella serie RAI come nel film di Rubini – aggiunge l’attrice - sono state ricreate perfettamente ambientazioni e atmosfere della Napoli degli anni trenta… un viaggio affascinante che solo il set può permettersi!”.

E aggiunge: “Sono una grande appassionata di Maurizio De Giovanni ed è stato un sogno dar vita ad un suo personaggio. Cosa singolare, anche in questo episodio dal titolo ‘Il posto di ognuno’ interpreto un personaggio che si chiama Concetta, governante dei Duchi Di Camparino”. Ed in attesa di vederla sul piccolo schermo, l’attrice si prepara a partecipare, nelle prossime settimane, alle riprese del nuovo film di Vincenzo Salemme.

 

Ma Tiziana Tirrito non vede l’ora di tornare presto a calcare le tavole del palcoscenico. E non lo fa a braccia conserte. Anzi, tra provini e incontri, già lavora alla quarta edizione de “Le Cortigiane - corti teatrali al femminile”, concorso nazionale, di cui è ideatrice e direttore artistico, che premia talenti del teatro e che, fin dalla sua prima edizione, è organizzato con professionalità e impegno proprio dalla ‘nostra’  “Corte dei SognatTori”.

Alla SognatTrice Tiziana, oplontina di adozione, il nostro più sentito in bocca al lupo, o meglio, come si dice in teatro… “merda”!

(nella foto di Anna Camerlingo, Tiziana Tirrito sul set de "Il commissario Ricciardi")