A cura di Domenico Gagliardi

Undici lievi scosse di terremoto segnalate dalle strumentazioni dell'Osservatorio Vesuviano sul Vesuvio. Il vulcano è quanto mai "sveglio", anche se pericoli non ce ne sono. Consultando il database dell'Osservatorio, che quotidianamente viene aggiornato, si nota che tra il 7 e l'8 giugno si sono verificati undici eventi sismici, il più forte dei quali di magnitudo 1.9 registrato alle 22.41 di giovedì. Complessivamente, nella giornata di ieri ce ne sono state dieci. Una invece all'1.31 di oggi. 

Le scosse - oltre trenta da inizio giugno - sono per lo più superficiali e localizzate un po' ovunque lungo i vari versanti e nel cratere. In molti casi alla voce "magnitudo" compare l'indicazione N. D. (non disponibile), segno che non ne è stato possibile rilevarne l'intensità (cosa che supponiamo essere positiva poiché evidentemente non erano così potenti!). Nessun allarmismo, dunque, semplicemente la normale attività vulcanica che ci ricorda che 'a muntagna continua ad essere lì viva e vegeta, accompagnandoci nelle nostre giornate con la sua maestosità e la sua "vivacità".

In totale, considerando il lasso temporale di un anno - 8 giugno 2017-8 giugno 2018 - sul Vesuvio si sono verificate più di ottocento scosse.

A maggio, l'Osservatorio ha registrato 154 terremoti (come si evince dal bollettino mensile, quello di giugno sarà disponibile nei prossimi giorni), con una magnitudo massima rilevata pari a 2.3. L'11 maggio scorso è stata evidenziato uno sciame sismico con una sequenza di trenta terremoti con magnitudo massima 1.3 e a meno di 1,5 km di profondità. «Non si evidenziano deformazioni del suolo imputabili a fenomeni vulcanici - si legge nel documento -. Nell’area vesuviana non si osservano significativi movimenti verticali del suolo imputabili a fenomeni vulcanici come rilevato dalle analisi dei dati alle stazione di Torre del Greco (in totale sono sette quelle che costituiscono la rete di monitoraggio, ndr)». In definitiva, l'Osservatorio conclude affermando che «sulla base dell’attuale quadro dell’attività vulcanica sopra delineato, non si evidenziano elementi tali da suggerire significative evoluzioni a breve termine». 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook