A cura di Giuseppe Chervino

«Se vuoi toccare sulla fronte il tempo che passa volando in un marzo di polvere di fuoco e come il nonno di oggi sia stato il ragazzo di ieri. Se vuoi ascoltare non solo per gioco il passo di mille pensieri, tu chiedi chi erano i Miura, chiedi chi erano i Miura...».

Adattando la lirica dello straordinario poeta-paroliere Roberto Roversi, potremmo spingerci ad affermare che i Miura erano i nostri Beatles. A chilometri zero. Li potevi conoscere, osservare, contemplare, ma soprattutto ascoltare. Bastava recarsi al Lido Notte Club. Alla fine degli anni sessanta, la beat generation della città di Torre Annunziata partoriva il complesso musicale probabilmente più famoso dell’intera area vesuviana: I Miura.

Formazione iniziale del gruppo: Franco Corfeo chitarra e voce, Umberto De Felice basso e voce, Giovanni Malacario (soprannominato l’australiano) chitarra e voce, Gigi Saracino batteria, Gigi Ragone organo e tastiere e Ignazio Di Luca sassofono. Nel 1970 Ignazio Laiola sostituì alla chitarra l’australiano. Un ensemble ricco di talenti individuali con tecnica, estro e creatività decisamente sopra la media che presto conquistò consensi assoluti riuscendo anche ad affermarsi ben oltre i limitati confini territoriali.

I Miura rappresentavano un’autentica garanzia artistica. Un progetto all’avanguardia capace di produrre suoni, ritmi, timbri, voci eccellenti attraverso un repertorio in grado di toccare corde di qualsiasi genere musicale. Ovviamente la formazione, nel corso del tempo, ha fatto registrare altri innesti del calibro di Joe Amoruso, Mario Calamita e Aldo Gallo.

Di recente tre “fondatori” Franco Corfeo, Umberto De Felice e Gigi Ragone con il supporto di Rino Certo (batteria) e Peppe Troise (chitarra), hanno ripreso l’attività tornando ad esibirsi nei locali della provincia con la medesima classe che gli anni trascorsi non hanno scalfito. Per niente. Se qualche ragazzo di oggi ha la curiosità di sapere chi erano i Miura, può recarsi al Teatro Politeama di Torre Annunziata la sera del prossimo 17 dicembre dove verranno celebrati i 50 anni dalla fondazione del gruppo. Potrà riassaporare il gusto della musica dal vivo. Quella reale, autentica, senza trucchi computerizzati.  E contribuire anche ad una nobile causa: raccolta fondi per la mensa “Don Pietro Ottena”. Il direttore artistico e promotore dell’evento Achille De Luca sta lavorando ad un cast di superospiti. Nei prossimi giorni vi informeremo sui dettagli.

Info ticket botteghino Teatro Politeama di Torre Annunziata tel. 3316007826-3334032733

(Nella foto, la primissima formazione dei Miura al Lido Notte Club nel 1969)