A cura di Salvatore Cardone

“Quel giorno avevo la porta del mio ufficio aperta, vedo passare un angelo e rimango imbambolato. Mi chiedo chi è, mi informo e scopro che si chiama Martha Schumacher e lavora nel settore amministrativo e mi dico che è da corteggiare subito! È così che è nato il mio rapporto con Martha”.

In questo modo Dino De Laurentiis raccontava il suo primo incontro con quella che sarà la sua terza moglie (dopo Bianca Maria De Paolis e Silvana Mangano), nel libro “Dino De Laurentiis, la vita e i film” edito da Feltrinelli. Purtroppo il suo angelo è scomparso  ad appena sessantasette anni, undici anni dopo di lui che morì il 10 novembre 2010 a novantuno anni.

Dino, nato a Torre Annunziata l’8 agosto 1919, aveva sposato Martha il 7 aprile 1990 ed avevano già una bambina di due anni, Carolyna. Cinque mesi dopo il matrimonio nacque anche la seconda figlia Dina.

Martha è nata il 10 luglio 1954 a Lancaster, in Pennsylvania, da famiglia oriunda olandese. Nel 1980 venne chiamata alla De Laurentiis e così descrisse nel succitato libro il suo primo incontro con Dino: ”È l’umo che mi ha chiesto di fargli una tazzina di caffè“. Infatti il già noto produttore cinematografico iniziò il suo corteggiamento passando e ripassando più volte davanti all’ufficio di Martha, sorridendole, e infine chiamandola... per farsi preparare un caffè! L’anno dopo purtroppo Dino perse il suo unico figlio maschio, Federico, in un incidente aereo. Era perciò sempre triste e un bel giorno chiamò Martha e le disse: ”Per me sei l’unica ragione per ricominciare a vivere”.

La loro storia d’amore è iniziata così ed è durata fino alla scomparsa di Dino. Ora “la bella bionda”, come la chiamava il marito,  ci ha lasciato definitivamente e ci resta solo il ricordo di una donna e produttrice cinematografica eccezionale,  che ha amato non solo il nostro più famoso concittadino ma anche l’Italia, Capri, dove trascorreva spesso le vacanze con Dino, e Napoli di cui aveva la cittadinanza onoraria.