A cura di Rosa Ambrosio

Contrasto al commerciuo e alla coltivazione abusiva di prodotti ittici. Questa mattina, personale della Capitaneria di Porto di Torre Annunziata, comandata dal TV Valerio Massimo Acanfora, in collaborazione con il Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia, guidato dal capitano di fregata Savino Ricco, ed il 2° Nucleo Subacquei della Capitaneria di Porto di Napoli, ha effettuato dei controlli all'interno delle acque dello scalo marittimo oplontino. L'attività è tesa all’individuazione di eventuali coltivazioni di cozze tramite filari abusivamente posizionati sul fondale. 

Durante l’ispezione è stata rinvenuta e sequestrata una rete da pesca della lunghezza di oltre 200 mt posizionata durante la notte nelle acque del porto, all’interno sono stati ritrovati pochi esemplari di cefali rinvenuti ancora in vita e liberati nell’immediatezza.