A cura di Domenico Salvatore

Venerdì Santo, la luna piena, il paesaggio che si vede dalla curva di via Gino Alfani e la musica di Pino Daniele sono stati gli ingredienti perfetti per la serata organizzata dal Comitato Cittadino “Voglio di più” di Torre Annunziata, che ha invitato la tribute del cantautore napoletano, i Nero a Metà.

Il concerto è stato aperto da una band formata da alcuni membri del comitato (Emy Natalino e Emanuel Sorrentino), che hanno suonato cover di Lucio Battisti, straniere e napoletane.

La parola passa a Lucio, un membro del comitato. «Questa serata - dice - è organizzata come primo passo di un nuovo percorso da intraprendere insieme. Chiunque può aderire al comitato; noi andiamo avanti nonostante gli avvenimenti accaduti, tra attentati e la tragedia delle ragazze universitarie italiane morte in un grave incidente automobilistico in Spagna. Questa manifestazione - conclude -  è dedicata a loro, a Torre e a Pino Daniele». Poi i ringraziamenti don Ciro Cozzolino, il quale ha permesso la realizzazione dell'evento, e l'invito per chi volesse aderire al Comitato, di recarsi ogni lunedi alle 20,30 presso la parrocchia di Via Gino Alfani.

Dopo inizia il concerto dei Nero a Metà con la canzone “Ma che vuo cchiù”. Hanno proseguito con un vastissimo repertorio, dai pezzi più vecchi a quelli più famosi di Pino Daniele come “Keep on Movin’”, “I say io sto cca”, “Femmena”,  “Schizzichea”,  “Bella mbriana”, “Tutta nata storia”, “A me me piac o blues”, “Io so pazz”...

“Napul è”, “Quann Chiov” e “Quando Quando” sono state le più emozionanti. Tutta la "curva" ha cantato a cappella creando un’atmosfera molto suggestiva.

Dopo i ringraziamenti e i saluti finali della band e del Comitato, ha concluso la serata il rapper torrese Salvatore Camelia.