A cura di Benni Gagliardi

Giunge finalmente a conclusione l’annosa vicenda dell’area occupata (abusivamente) dal Comune di Torre Annunziata per la realizzazione di un edificio scolastico proprio di fronte alla scuola media Parini, in via Murat.

Infatti, la Giunta comunale, nella seduta di martedì 13 dicembre scorso, ha deciso di acquistare l’intera area per edificarvi un centro polivalente a supporto della scuola Parini e dell’intero quartiere. 

Ma facciamo un passo indietro. Siamo alla fine degli anni ‘80. Con i fondi della famosa Legge Falcucci, fu finanziata la costruzione di un edificio scolastico nel quartiere Murattiano. Il Comune, all’epoca (era il 1989) aveva espropriato il suolo di una vecchia falegnameria per realizzare una nuova struttura scolastica. Un terreno di proprietà della famiglia Di Maso, la quale, però, non fu mai indennizzata. Vennero appaltati finanche i lavori ma le imprese, successivamente, furono costrette ad abbandonare il cantiere per il contenzioso nel frattempo apertosi tra i proprietari dell’area e l’Ente.

La querelle si trasferì nelle aule del Tribunale e, dopo due gradi di giudizio, la Corte di Appello di Napoli, nel 2010, condannò il Comune a versare la somma di 500 mila euro agli eredi Di Maso, a titolo di risarcimento danni, oltre al ripristino dello stato dei luoghi. 

“Striscia la Notizia”, la trasmissione tv di Canale 5, realizzò anche un servizio per denunciare lo stato di degrado dell’area ed “indagare” sulla vicenda relativa alla mancata realizzazione della scuola di via Murat.

Da allora è iniziato un lento ma graduale ricomponimento dei rapporti tra i proprietari del suolo ed il Comune, che si è concluso con un accordo bonario tra le parti, attraverso il quale i primi cedono al secondo l’area ad un prezzo di circa 366 mila euro, così come fissato dalla Corte di Appello.

Il progetto definitivo del Centro polivalente è già stato redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale e a giorni (il 21 dicembre prossimo) ci sarà una conferenza di servizi per l’approvazione di quello esecutivo. L’opera sarà finanziata attraverso un mutuo di scopo presso la Cassa Depositi e Prestiti. 

«Siamo giunti finalmente alla conclusione di questa incresciosa vicenda - afferma soddisfatto il sindaco Giosuè Starita -. L’area in questione sarà riqualificata con la realizzazione di una grande palestra e la disponibilità di ampi spazi di aggregazione. Di mattina la struttura sarà al servizio degli studenti della scuola Parini, mentre nelle ore post scolastiche sarà a completa disposizione degli abitanti del quartiere».      

«Finalmente si conclude una vicenda che si trascinava da troppi anni - afferma l’assessore all’Avvocatura, Fausta Cirillo - e in meno di due anni quel quartiere avrà una bella struttura a disposizione di tutti».

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook