A cura di Salvatore Cardone

Sono molti anni che scrivo articoli sui "torresi nel mondo". Personaggi importanti che si sono fatti onore a livello nazionale e anche mondiale o piccole storie di nostri concittadini costretti ad emigrare per trovare lavoro. Ora voglio raccontarvi l'esperienza vissuta da Maria Olimpia Venditto. Avvocato e criminologa torrese che ha sempre avuto la passione per l'insegnamento di discipline giuridiche. Vive a Bologna ma insegna nell'istituto alberghiero "Bartolomeo Scappi" di Casalecchio di Reno. Con alcuni suoi alunni ha partecipato al concorso nazionale bandito dalla Fondazione Falcone e dal MIUR per il venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e via D'Amelio. Hanno realizzato un video (vincitore per l'Emilia Romagna) che presenta un timballo di pasta fatto con "le canne di fucile", ideate dall'architetto oplontino Michele Cuomo per il pastificio Setaro di Torre Annunziata. Vincitore del premio Compasso d'oro International Awards 2015 proprio con questo caratteristico ed originale formato di pasta che richiama le canne rigate dei fucili prodotti una volta dalla Real Fabbrica d'Armi torrese. Una pasta che ha avuto un notevole successo e che è commercializzata dal Consorzio Terre di Oplontis che destina il suo ricavato alla valorizzazione del sito Unesco di Oplontis e del complesso della Real Fabbrica d'Armi.  

Il video (clicca qui per vederlo), della durata di cinque minuti, è stato realizzato da sette docenti, compresa la professoressa Venditto. Riprende tre studenti di cucina mentre realizzano il piatto e cinque di sala che sono le voci narranti. Francesco Paolo Cicolella, William D'Amato, Mattia Ferrari e Azzurra Vegetti, che sono rimasti a scuola. E Riccardo Bonfiglioli, Davide Faiella, Klea Vogli e Elisa Zampelli che sono partiti in viaggio premio con la Nave della Legalità da Civitavecchia per Palermo per partecipare, il 23 maggio, alla giornata in ricordo delle stragi. Sono stati accompagnati dalle docenti Maria Olimpia Venditto e Teresa Morelli.

Hanno partecipato al corteo per le strade di Palermo, sono stati in via D'Amelio ed hanno incontrato il presidente del Senato Pietro Grasso e il ministro della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli. Un particolare che ci interessa molto da vicino è rappresentato dal fatto che sul "muro" del video sono presenti i nomi di nostre vittime innocenti della camorra, Luigi D'Alessio, Luigi Staiano e Raffaele Pastore, oltre a Giancarlo Siani.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook