A cura di Domenico Gagliardi

Cinquanta chilometri a nuoto. E' la nuova sfida di Salvatore Cimmino, l'atleta disabile di Torre Annunziata (privo di un arto inferiore) che tra il 18 e il 19 settembre percorrerà a bracciate la distanza che separa l'isola di Ventotene da quella di Ponza. E' l'ennesima tappa del suo progetto "A nuoto nei mari del globo. Per una un mondo senza barriere" teso a sesibilizzare i cittadini sull'importanza dell'inclusione sociale dei diversamente abili e della rimozione degli "ostacoli" (fisici e mentali) che spesso accompagnano la condizione quotidiana di vita delle persone affette da handicap. 

«Grazie alla collaborazione e all'entusiasmo del sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro, e del sindaco di Ponza, Franco Ferraiuolo, siamo riusciti a ri-programmare per il giorno 19 settembre la tappa Ponza-Ventotene, saltata a giugno a causa delle avverse condizioni meteo-marine - afferma Cimmino -. La vicinanza, l'ascolto, la solidarietà: sono valori fondamentali che mi hanno sempre spinto nelle lotte che ho intrapreso nel corso degli anni, la convinzione che nessuno debba mai essere lasciato solo o indietro nella vita».

La partenza è fissata dalla spiaggia di Sant'Antonio a Ventotene alle ore 22.30 del 18 settembre, con arrivo previsto tra le 14 e le 16 del giorno successivo al Porto Romano di Ponza.

Chi volesse contribuire alla causa di Cimmino, può farlo con una donazione (clicca QUI).

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook