A cura di Vincenzo Marasco

Festa della Repubblica Italiana, 2 giugno 2020. Stamattina, presso il cimitero di Torre Annunziata, è stata commemorata Carmela Pagano, antifascista partigiana attiva, repubblicana e prima donna ad essere eletta nel Consiglio Comunale cittadino con le prime elezioni democratiche della storia della Repubblica Italiana, svoltesi il 15 giugno 1947.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco Vincenzo Ascione, le Forze dell’ordine, consiglieri e assessori comunali,  rappresentanti delle associazioni "Catena Rosa", ANPI seione di di Torre Annunziata "Maria Penna - Rocco Caraviello" e Centro Studi Storici "Nicolò d'Alagno”.

La figura di Carmela Pagano rappresenta gli irrinunciabili valori che contraddistinguono la nostra Italia. Durante il suo mandato, sempre fiera e dedita ai più bisognosi, spendendosi per i bambini meno abbienti ricoverati presso l'Ospedale Civico di Torre Annunziata e per i diritti delle donne, è stata una donna politicamente e umanamente tenace e presente.

Con la sua prematura scomparsa, il 26 novembre del 1959, a soli 53 anni, Torre Annunziata perdeva sì una donna, ma non quei pensieri di Libertà e Uguaglianza che lei aveva sempre sostenuto.

Ad essere presente alla sobria cerimonia di stamane anche l'ultra ottantenne figlio, Pasquale Guarriera che, commosso, ha voluto testimoniare i grandi insegnamenti della madre, che ha contribuito a scrivere - insieme ad altre donne - una delle pagine più belle della nostra Repubblica.