A cura di Giuseppe Chervino

Per gli appassionati di jazz e del vinile l’etichetta Verve Records rappresenta un autentico mito. Ed è proprio il fondatore della celeberrima casa discografica americana, Norman Granz, a convincere nel 1956 Ella Fitzgerald e Louis Armstrong ad incidere un album che entrerà prepotentemente nella storia della musica jazz: Ella & Louis. Questa collaborazione artistica tra due immense e straordinarie voci ha ispirato il concerto che ha riproposto il titolo di quel 33 giri, vinile propedeutico nella bacheca dei collezionisti jazz. “Ella & Louis” è andato in scena a casa Prisco, nel cuore di Torre Annunziata, nell’ambito del progetto “Il teatro cerca casa”. A pensare e costruire lo spettacolo sono Carlo Lomanto, chitarrista e docente di Canto Jazz ai Conservatori di Napoli e Cosenza, ed Emilia Zamuner, voce emergente nonché allieva dello stesso Lomanto. Una Gibson Jazz e due voci sono risultate sufficienti per realizzare un concerto di rara bellezza acustica che ha ipnotizzato gli amici degli eccellenti padroni di casa, Carla e Salvatore. Un’atmosfera di credibile complicità che si è immediatamente instaurata tra pubblico e artisti fin dal primo brano. Due vocalità ovviamente diverse, suoni dall’accento mai spinto, ma in grado di sollecitare virtuosismi pregevoli, frutto di un egregio lavoro di sperimentazione. L’armonia e il timbro vibrante della voce di Carlo Lomanto si sovrappongono con amabile raffinatezza alle sonorità briose e spumeggianti sprigionate dall’ugola di Emilia Zamuner. Brani come Can’t Take That Away From Me, A Foggy Day, Tenderly, The Nearness of You, Cheek to cheek sono stati studiati e riarrangiati per trasmetterne sfaccettature, toni e armonie diverse, più intime e coinvolgenti. Lomanto e Zamuner hanno condensato questo lavoro in un CD  prodotto da Fabrizio Alessandrini con l’etichetta Sound Live Records.

Il progetto “Il Teatro cerca casa” è un’idea di Manlio Santanelli che nasce in un momento in cui l’attività teatrale classica attraversava una crisi d’identità. Si traduce in una rassegna che mette in rete una serie di appartamenti idonei ad ospitare eventi come uno spettacolo di prosa o un concerto. In pratica si offre l’opportunità agli spettatori di sperimentare una dimensione diversa di fruizione di una performance dal vivo. (www.ilteatrocercacasa.it – info@ilteatrocercacasa.it)