A cura di Domenico Salvatore

Chi non ha mai visto un film dei produttori cinematografici Dino De Laurentiis, famoso a livello mondiale, del fratello Luigi e del nipote Aurelio, quest'ultimo anche presidente della squadra di calcio del Napoli? Su di loro sono stati scritti "fiumi di parole" in tanti articoli e libri, si conosce la loro carriera professionale, ma cosa si sa dei loro genitori e avi? Oppure, ad esempio, che Dino ha avuto tre mogli e che Luigi aveva due lauree, in giurisprudenza e in lingue straniere? Ci ha pensato il professor Salvatore Cardone, storico locale e giornalista caporedattore di TorreSette a colmare questo vuoto, con il suo libro "Pasta, amore e fantasia. Le origini della famiglia De Laurentiis".

Il suo nuovo lavoro, dopo quello dell'anno scorso su un'altra illustre famiglia torrese dal titolo "La vera storia di Francesca e Domenico Orsini", sarà presentato martedì 19 dicembre, alle ore 17, al liceo artistico "de Chirico" di Torre Annunziata. All'iniziativa parteciperanno, oltre al dirigente scolastico Felicio Izzo e allo stesso autore, l'avvocato Domenico Nicolas Balzano, figlio di Rosa De Laurentiis (professoressa che ha insegnato proprio in quella scuola), il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, l'assessore alla Cultura, Aldo Ruggiero, la professoresssa Clelia Di Palma. La manifestazione sarà moderata dal direttore responsabile di TorreSette, Giuseppe Chervino, che farà da trait d'union tra i vari interventi. 

Il libro ha richiesto un anno di intense ricerche negli archivi storici di Comuni, chiese, musei, istituti scolastici, che hanno consentito di scoprire notizie inedite e documenti originali mai portati alla luce. Ma anche filmati e foto estremamente interessanti che verranno proiettati nell'ambito dell'incontro con cittadini, autorità religiose, militari (Rosario Pasquale Marco Aurelio De Laurentiis, padre di Dino, era un brigadiere della Guardia di Finanza), ed esponenti del mondo della cultura.

Il motivo della presentazione a Torre Annunziata è molto semplice. Nella città oplontina sono nati, oltre alla mamma dei De Laurentiis, Giuseppina Salvatore, tutti e sette i figli: Celestina, Luigi (padre del presidente del Napoli, Aurelio), Agostino (meglio noto come Dino), Rosa, Alfredo, Raffaela e Anna. Inoltre, per circa venti anni, Rosario Aurelio, dopo aver lasciato la divisa, ha aperto un pastificio in via Gioacchino Murat (e non in via Mazzini, come si crede, dove si trovava solo la sua abitazione), per poi trasferirsi prima a Napoli e infine a Roma, dopo un breve periodo trascorso a Torella dei Lombardi, nell'Avellinese, suo paese di origine. In questa amena e idilliaca località collinare, Salvatore Cardone è andato alla ricerca delle origini della famiglia De Laurentiis, incontrando il sindaco, Amado Delli Gatti, e vi ritornerà per presentare anche lì la sua opera storica. Non è un caso che sulla copertina del libro sono riportate non solo le foto del torellese Rosario Aurelio De Laurentiis, e della torrese Giuseppina Salvatore, ma anche quelle dei loro due rispettivi paesi di nascita. Ma non aggiungiamo altro, se non un invito a voi lettori di partecipare a questa interessante iniziativa culturale.

Il ricavato delle vendite della serata costituirà l'importo di un premio da destinare all'elaborato, realizzato dagli alunni dell'Istituto con qualsiasi tecnica, sulla famiglia De Laurentiis, individuato a giugno in una mostra espositiva di tutti i lavori. 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook