E’ il personaggio del momento. Il nuovo capo di Forcella in “Gomorra 3”. Enzo, chiamato nella serie Sangue Blu, è il personaggio interpretato dal laureato in lettere Arturo Muselli.

Qualche tempo fa ha rilasciato un’intervista a Il Mattino, raccontando la sua vita.

Fidanzato con un'ingegnere, ha vissuto un rapporto burrascoso con la famiglia, che all’inizio non lo sosteneva nella sua carriera da attore. I genitori avrebbero voluto che facesse l’insegnante: posto fisso, stipendio assicurato. Ma lui ha lottato per emergere e ora si è ritagliato un posto importante in una delle serie cult degli ultimi anni.

«Ho un buon rapporto con i miei - racconta -. Sono figlio unico, ho ereditato le loro ansie e le loro paure e ho incominciato a distaccarmene crescendo ma la fase di passaggio all’età adulta è stata dura. Sono un po’ come Enzo,  ombroso. Certo è difficile interpretare un personaggio così crudele ma mi aiuto prendendo spunto dal male che mi hanno fatto nella vita reale, i cattivi li incontriamo sempre».

Sangue Blu è diventato celebre quasi da subito. Nella serie, proviene da Forcella, quartiere storicamente legato alla famiglia Giuliano. Il riferimento sembra essere a Luigi Giuliano, storico boss del quartiere temuto e allo stesso tempo amato dalla gente del centro storico.

Innamorato della sua ragazza ingegnere, cerca di tenerla lontana dalla scena perché è un ragazzo molto riservato. In passato ha avuto un’esperienza come educatore teatrale nel carcere minorile di Nisida. Nella sua intervista si dichiara legato ad ogni attore del cast di “Gomorra”, ma la sua ammirazione è rivolta al cast femminile, in particolare Chanel e Patrizia, interpretate da Cristina Donadio e Cristiana Dell’Anna.

Alla domanda: «Cosa accadrà a Sangue Blu?», Arturo risponde sorridendo. 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook