A cura di Salvatore Cardone

Questo articolo è dedicato alla memoria di due grandi torresi, Luigi e Agostino (Dino) De Laurentiis, famosi produttori cinematografici nati a Torre Annunziata. Ed è anche un omaggio ad Aurelio De Laurentiis, che ha seguito la professione del padre e dello zio, oltre ad essere il presidente della Società Sportiva Calcio Napoli. Abbiamo voluto ricostruire, attraverso documenti presenti presso l’Archivio Storico e l’Ufficio Anagrafe del Comune di Torre Annunziata, le origini familiari di Luigi e Dino. 

Ma cominciamo dall'inizio e cioè dall’arrivo a Torre Annunziata del brigadiere della Real Guardia di Finanza Rosario Pasquale Mario Aurelio De Laurentiis, nato a Torella dei Lombardi, un paesino in provincia di Avellino, il 16 aprile 1881, da Luigi e Celestina De Laurentiis (i genitori erano parenti). Purtroppo sia la sua casa natale che l’Archivio Storico contenente gli atti antecedenti al 1900 sono stati distrutti dal terremoto del 23 novembre 1980 e quindi è stato impossibile ricostruire il suo albero genealogico. Allora abbiamo fatto delle ricerche sulla moglie, Giuseppa Luisa Anastasia Salvatore, nata a Torre Annunziata il 16 aprile del 1886 (lo stesso giorno e mese del marito!), alle ore quattro, nella casa dei genitori in via del Popolo (l’attuale Corso Vittorio Emanuele) al numero 116. Il padre si chiamava Agostino, di professione negoziante, e la madre Raffaela Montella, casalinga. Giuseppa sposerà Rosario il 13 agosto 1914 e dal loro matrimonio nasceranno sette figli: Celestina, Luigi, Agostino, Rosa, Alfredo, Raffaella e Anna. Luigi Agostino Alfredo (il suo primo nome era quello del nonno paterno) nacque il 16 febbraio 1917, alle undici di mattina; mentre il fratello Agostino (assunse il nome del nonno materno) Alfredo Alferio nacque l’8 agosto 1919, alle tre e trenta di notte. Entrambi videro la luce nella casa dei genitori, in via Mazzini al numero 26. 

Ritorniamo, però, ai genitori di Giuseppa Salvatore. Il padre Agostino e la madre Raffaela si sposarono l’11gennaio 1880, lui aveva 25 anni e lei 26. Infatti Agostino era nato il 19 marzo 1855, alle ore sette, da Beniamino, di professione semolaro, e da Giuseppa Trapano, casalinga, entrambi domiciliati alla strada Regia di Basso (al termine di Corso Vittorio Emanuele). Invece Raffaela nacque circa un anno prima, il 19 maggio 1854, alle venti di sera, da Antonio, negoziante, di anni 25, e da Luigia Pironti, di anni 21, residenti alla strada Regia di Sopra (al Corso Umberto). Andando ancora a ritroso nel tempo, scopriamo che Beniamino, chiamato anche Benedetto Bonaventura, aprì per la prima volta gli occhi il ventidue marzo 1824... all’una di notte! I genitori erano Agostino, di professione pizzicarolo, di anni 35, e Grazia Sgaraglia, casalinga, di anni 30. Abitavano al vico Lazzarelle, nella zona sud di Torre Annunziata. Siamo così arrivati al trisnonno del grande Dino De Laurentiis, che aveva il suo stesso nome, e che nacque  nello stesso anno... della Rivoluzione Francese, il 1789! Quanto a Giuseppa Sabbata Maria Trapano, moglie di Beniamino, aveva undici anni meno del marito, essendo nata il 17 aprile 1835, alle otto di mattina, da Domenico, macellaio, di anni 30, e da Veneranda Maria Rosa Langella, di anni 24, ed era domiciliata con i genitori al vico Stella (attuale via Bertone, Quadrilatero Carceri).  

E’ interessante, a questo punto, conoscere anche le origini di Giuseppa Trapano, la cui nipote, Giuseppa Salvatore, porta il suo nome. E’, come abbiamo detto, figlia di Domenico, appartenente ad una nota famiglia di macellai torresi, ed il nonno era Giovanni Trapano (la moglie si chiamava Giuseppa Di Martino), deceduto a Torre Annunziata l’11 gennaio 1829, all’età di 49 anni. Quindi era nato nel 1780 ma, contrariamente a tutte le persone di cui abbiamo parlato (nate a Torre Annunziata ad eccezione di Rosario De Laurentiis), era originario di Sorrento. Si conclude, così, il nostro excursus sulle origini torresi della famiglia De Laurentiis.